stimolazione cognitiva

La terapia di stimolazione cognitiva è un trattamento per la demenza che ha incorporato gli elementi più utili degli approcci in uso in un programma di terapie cognitive. Nel paziente con malattia degenerativa non si parla di riabilitazione, ma di ri-attivazione o stimolazione cognitiva. Essa mira al recupero delle funzioni che l’individuo non esercita più e che per questo andranno perdute e mira, dove possibile, a rendere abile la persona a raggiungere i suoi scopi aggirando la funzione perduta con l’uso di strategie ed ausili esterni. La terapia di stimolazione cognitiva consiste in un programma per l'esercizio delle funzioni mentali sensibile e rispettoso dei limiti determinati dalla malattia, per evitare possibili frustrazioni e fonti di stress alla persona, potenziali responsabili dell’instaurarsi di disturbi comportamentali. L’obiettivo della stimolazione cognitiva è rallentare il decorso del progressivo deterioramento per effetto della plasticità neuronale, indotta dall’esercizio delle funzioni residue. In questo modo si cerca di protrarre nel tempo l’autonomia della persona e migliorare la qualità della sua vita.